Su foghidoni de Santu Antoni

I festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate che si tengono tra il 16 e il 17 gennaio sono diffusi in tutta l’isola e comportano un rituale pressochéidentico. La leggenda vuole che Sant’Antonio avesse rubato una favilla incandescente dal regno degli Inferi per regalarla all’umanità, dotandola cosìdel fuoco. Per ringraziarlo di…

Continua a leggere…

Il parco Geominerario, Storico e Ambientale della Sardegna

La pietra degli antichi edifici, la polvere del piazzale, il metallo rovente dei binari e la fatica nascosta del minatore. Il parco Geominerario, Storico e Ambientale della Sardegna raggruppa otto aree della Sardegna appartenenti a 81 comuni differenti rese uniche da una comune storia mineraria, e dal ruolo ricoperto nella…

Continua a leggere…

In Sardegna esiste la casa dei puffi

La Gallura rappresenta un’eccezione per quell’immagine della Sardegna solitamente più nota al turista: differisce infatti dal resto dell’isola per cultura e lingua sebbene, ovviamente, ne condivida numerosi elementi. Ad esempio il tipico pinnettu che caratterizza il centro Sardegna viene sostituito dagli stazzi: abitazioni di forma squadrata composte spesso da diversi…

Continua a leggere…

Le domus de janas, le case delle fate sarde

Le domus de janas sono caverne preistoriche scavate nella roccia risalenti al Neolitico e usate come luogo di sepoltura dei morti. Il nome deriva dalla credenza popolare che le identificava come case delle “janas”, minuscole creature dotate di poteri magici, donne minute dall’indole lunatica, un po’ streghe e un po’…

Continua a leggere…

Grotte in Sardegna: Astral window

Una notte di metà aprile trascorsa in solitudine nelle grotte di Cala Luna, a contemplar le stelle. La Sardegna è una delle regioni europee con minor inquinamento luminoso, un magnifico osservatorio a cielo aperto. Le grotte calcaree furono uno dei primi ripari delle antiche popolazioni dell’isola e oggi rappresentano uno…

Continua a leggere…